Clicca qui per ascoltare e condividere l’album “IL GRANDE OMI” in streaming | CD QUALITY

Il Grande Omi è stata la mia band dal 1993 al 2001. Oltre ad alcuni demo, abbiamo inciso per CPI/Sonica un album omonimo, e siamo usciti su alcune compilation tra le quali la splendida “Matrilineare”. Mentre stavamo ultimando il secondo album la storia di CPI/Sonica si è conclusa, e questo in modi diversi ha portato alla fine anche della nostra band.

Per motivi che non conosco [e che non mi interessano], chi deteneva i diritti sul master del nostro album se n’è disfato, vendendoli a non so quale major label. Questi signori, valutando presumibilmente i costi di stampa come superiori ai potenziali ricavi, hanno tolto l’album dal catalogo delle opere in vendita, e a tutt’oggi non hanno ritenuto opportuno renderlo disponibile in alcuna forma, compresi i nuovi modelli di vendita digitale telematica.

In questi anni è capitato spesso che mi venisse chiesto in che modo fosse possibile acquistare questo lavoro da persone che lo avevano conosciuto ed apprezzato, e sono sempre stato costretto a rispondere che non c’era un modo legale di acquisirlo o ascoltarlo. E sto parlando di gente che mi ha sempre chiesto di acquistarlo, non di farsene fare una copia. Dal punto di vista strettamente legale la questione è chiara e definita, ed ho sempre dovuto tristemente declinare la richiesta.

Ma esistono anche altri punti di vista, ed all’ennesima richiesta alla quale ho dovuto rispondere “Mi dispiace, non posso farci niente” ho deciso che è ora di prenderli in considerazione, e  che in realtà posso farci qualcosa.

Anche se ora ho abbandonato quel mondo e non ne rimpiango nulla, ricordo bene quanta parte della mia anima ho messo in quanto stavo facendo, e posso mettere la mano sul fuoco rispetto al fatto che la stessa profonda passione animasse allo stesso modo i miei compadres della band. Credo che questo si possa ancora sentire nelle tracce di questo lavoro, e che rappresenti in modo chiaro il diritto di opporci all’oblìo, soprattutto considerando che chi detiene i diritti fonografici di questo disco potrebbe metterlo in vendita in forma digitale con costi irrisori.

La situazione attuale rappresenta il totale disprezzo che l’industria discografica dimostra nei confronti degli artisti che ne compongono la linfa vitale, quando questi ultimi smettono di essere considerati come una buona fonte di reddito, e io ho deciso di smettere di accettarla supinamente.

Ho quindi convertito in qualità CD l’intero album e l’ho reso disponibile in ascolto presso questo URL [http://ilgrandeomi.bandcamp.com].

Dato che non intendo violare i diritti fonografici di chi li detiene, l’album è disponibile solo in ascolto e non in download. Se qualcuno ritiene che l’operazione possa in qualche modo essere nociva per le proprie finanze non dovrà fare altro che rendere il disco nuovamente disponibile per l’acquisto, ed io provvederò a rimuovere immediatamente la pagina in questione. In caso contrario, come disse il poeta, ho un bravo avvocato e so come usarlo. Non faccio più questo lavoro e non tornerò a farlo, non c’è nessuna reunion in vista, il lavoro è disponibile in forma gratuita,  e quindi questa non è in alcun modo un’operazione promozionale.

Mi permetto di aggiungere che il mondo della musica e di chi la ascolta è profondamente cambiato, sta cambiando ogni giorno a velocità sempre maggiore, e che sarebbe quindi l’ora di sfruttare le potenzialità dei new media, per strutturare il sistema in modo tale che gli intermediari della musica possano continuare ad avere profitti senza condannare a morte quelle che qualcuno, a torto o a ragione, considera opere d’arte.

Se state leggendo questo articolo vi chiedo di condividerlo, e non solo in caso pensaste che tra i vostri conoscenti ci sia qualcuno che potrebbe avere voglia di risentire il nostro disco, ma anche per darmi una mano a dimostrare che l’unica strada per un artista condannato all’oblìo non sia chinare la testa, ma piuttosto combattere fino a farsela tagliare, se proprio. E se chi ha sepolto il nostro lavoro, invece di ignorarmi come a questo punto mi auguro continui a fare, decidesse di continuare nella sua opera da becchino, un poco di sostegno morale mi sarà sicuramente molto utile.

I miei compagni della band Il Grande Omi non hanno alcuna responsabilità in questa iniziativa, della quale verranno a conoscenza solo dopo la pubblicazione di questo articolo. Non sono stati interpellati per loro stessa tutela, e non hanno tecnicamente accesso alle pagine di amministrazione che consentirebbero la rimozione dei brani. E’ soltanto a loro che riconosco il diritto di chiedermi la cancellazione di tutta l’operazione, cosa che farò immediatamente su richiesta di anche uno solo dei membri della band. A loro vanno, sempre e comunque, tutto il mio affetto e la mia riconoscenza per avere partecipato a quella avventura.

Il Grande Omi è stata la mia band dal 1993 al 2001, ci ho messo l’anima, e credo sia mio diritto difenderne quella parte che ci è rimasta dentro.

Grazie comunque per l’attenzione.

postscriptum:

Non mi sono dimenticato della SIAE, molto semplicemente non sento di doverle spiegazione alcuna. Non ho rinnovato da anni l’iscrizione a quella società in quanto non credo tuteli e rappresenti gli interessi degli artisti che non muovono grandi cifre, come ben documentato dall’amico Umberto Palazzo [in questo articolo la polpa della questione].

Qualsiasi cosa succeda, vi terrò aggiornati da queste pagine. Bax

COMMENTS

128 Comments

Leo pan

marzo 4, 2012 @ 22:56

Reply

Big respect

Franci Omi

marzo 4, 2012 @ 23:18

Reply

fuck yeah

Carrie

maggio 20, 2016 @ 04:23

Reply

It’s great to read something that’s both enjoyable and provides prmiaatgsdc solutions.

Vicki

maggio 21, 2016 @ 14:41

Reply

It’s spooky how clever some ppl are. Thkasn!

Dortha

ottobre 23, 2016 @ 03:14

Reply

In today??ï¿¥s hot and occurring planet, the custom made minimal rider bicycle has acquired a one of a kind standing. Totally everybody seems to aspiration of possessing this layout of bicycle. Will you be pondering why this has transpired? Very well, basically mainly because of the actuality riding this bicycle is an practical experience alone. One particular specific feels a fantastic perception of journey and flexibility while riding this bicycle. No question it’s develop into virtually a style statement to peirlnaoszed a personalized reduce rider bicycle.

Mahala

ottobre 23, 2016 @ 03:38

Reply

Awesome posting man, I incredibly like the look and also the feel of this kind of blogging site. You write certainly well, you just need to be a aware guy. Will unlbdoteduy come back

Carli

maggio 17, 2017 @ 04:01

Reply

I feel sastefiid after reading that one.

Polly

ottobre 23, 2016 @ 03:24

Reply

The only immediate action that would be guaranteed to work quickly, and to continue to work long term, is for everyone to boycott macfuanturers who use any palm oil, sustainable or not, in any of their products.

Lorrie

ottobre 26, 2016 @ 00:50

Reply

It’s like you’re on a mioissn to save me time and money!

Isabelle

ottobre 26, 2016 @ 09:03

Reply

Nettie

ottobre 30, 2016 @ 13:46

Reply

Amberly

maggio 17, 2017 @ 03:10

Reply

Whoa, things just got a whole lot eareis.

Lina

novembre 2, 2016 @ 18:09

Reply

Matilda

maggio 17, 2017 @ 03:41

Reply

I think you’ve just captured the answer peftrcely

Makendra

novembre 5, 2016 @ 03:01

Reply

Julissa

maggio 17, 2017 @ 03:21

Reply

That’s a weoulthlught-o-t answer to a challenging question

Gytha

maggio 21, 2017 @ 02:12

Reply

Yo, that’s what’s up trlyufhult.

Charlotte

giugno 8, 2017 @ 00:12

Reply

Kassie

novembre 6, 2016 @ 06:29

Reply

Lucy

novembre 17, 2016 @ 06:38

Reply

Spike

maggio 17, 2017 @ 03:59

Reply

What a pleasure to find someone who idieenfits the issues so clearly

Rain

febbraio 11, 2017 @ 16:46

Reply

Janelle

maggio 17, 2017 @ 03:40

Reply

You can always tell an expert! Thanks for coiguibrtnnt.

Tory

marzo 7, 2017 @ 11:41

Reply

Johnette

maggio 17, 2017 @ 03:38

Reply

Whoever wrote this, you know how to make a good arietlc.

Char

maggio 17, 2017 @ 03:19

Reply

That’s the thkniing of a creative mind

Amber

maggio 20, 2017 @ 18:30

Reply

Susannah

maggio 31, 2017 @ 18:24

Reply

Kayo

giugno 7, 2017 @ 11:39

Reply

Kacy

ottobre 23, 2016 @ 03:00

Reply

Generic Vi#aag&a8230;Crn I just say what a relief to find someone who actually knows what theyre talking about on the internet. You definitely know how to bring an issue to light and make it important. More people need to read this and understand this side of the story. I …

Viki

ottobre 22, 2016 @ 20:56

Reply

Great story, Lukas, and very beautiful place. If I’m ever in Poland PoÅ™„zaâ€ns Old Town district is the first place to explore and enjoy Thank you!

Cassie

maggio 17, 2017 @ 02:51

Reply

This article aceviehd exactly what I wanted it to achieve.

Moon

ottobre 22, 2016 @ 21:31

Reply

Jenn! Hey ra#0gza&z823a; come stai?Scommetto che ormai si sta molto vicino ad essere una mamma… OMGosh, Sono eccitato per voi! Io visitare il tuo blog e vedere cosa succede. Grazie per aver visitato il… abbracci a voi, : )

Clarinda

ottobre 22, 2016 @ 21:16

Reply

Eduarda Maria diz:Olà,Eu adoro o seu programa e admiro muito o seu trabalho,vc é dos melhores apresentador,sou da PARAIBA e nao perco por nada o seu programa,desejo a vc muito sucesso,nao esquece de mim ai no programa tá,um grande ab0##o…&a8230;&#823r;……&c8230;

Buck

maggio 17, 2017 @ 03:03

Reply

I could read a book about this without finding such real-world apcshapoer!

Dreama

ottobre 22, 2016 @ 22:40

Reply

בהרבה פורומים מדברים על הטעיה של ×Ã×—¡—™”—ž×•×œ×˜ÃÕר – וגם נחשפו תלושי שכריש שקבבלו תוספת 2000, אך יש שמרגישים מרומים , גם אין ממש מי שיענה להם.כמו כן יש טענה שאכן מורים קבלו תוספת אך היא מתקזזת בחלק מהמרכיבים כמו ותק למשל וגם הפנסיה

Lorraine

maggio 17, 2017 @ 03:37

Reply

Felt so hopeless looking for answers to my qu.isionse..unttl now.

Lakiesha

ottobre 9, 2016 @ 04:47

Reply

Nelda

ottobre 9, 2016 @ 07:29

Reply

Kayleigh

ottobre 9, 2016 @ 09:53

Reply

Ally

ottobre 22, 2016 @ 22:32

Reply

Adorar your revamped nightie festival dress with wellies. love the added fake flowers and shiny buttons. looking like a magnificent flower powerin that flower heonYadd.baur so ready to hit them cool festivals. I would walk around all day in bikini and fur coat, if I had your hot bod.Besotes

Maryellen

ottobre 10, 2016 @ 03:00

Reply

Lucka

ottobre 15, 2016 @ 01:24

Reply

Latricia

ottobre 23, 2016 @ 03:56

Reply

Il est tout simplement difficile de croire que des actions poétiques puissent être des actions politiques. Qu’on me dise qu’une maietisfatnon constructive a affecté quelque politique publique du monde entier. Alors, il sera facile d’être ouvert aux actions comme celle où ces étudiants de médecine ont recueilli des détritus.

Isabelle

ottobre 15, 2016 @ 09:27

Reply

Barbie

ottobre 23, 2016 @ 03:43

Reply

Hhahaha.. joo Näsinneulassa ei ole ihan noin nättiä, vaikka se sieltä Nätnipuissosta kyllä hyvin näkyykin. Vastaavaa rakennusta ei taida täällä olla, vaikka ihania vanhoja rakennuksia kaupungista löytyy mm. Finlaysonin palatsin ja Pikkupalatsin muodossa. Samoin Emil Aaltosen museo on tsekkaamisen arvoinen. Tampere on paras!;)

Bunny

ottobre 19, 2016 @ 01:27

Reply

Susannah

ottobre 19, 2016 @ 17:21

Reply

Doc

maggio 17, 2017 @ 03:52

Reply

Great common sense here. Wish I’d thghout of that.

Charlotte

maggio 17, 2017 @ 03:10

Reply

Your cranium must be prtntcoieg some very valuable brains.

Bella

maggio 17, 2017 @ 03:12

Reply

You’ve imspersed us all with that posting!

Roby

ottobre 20, 2016 @ 18:08

Reply

Lynda

ottobre 20, 2016 @ 20:01

Reply

Kert

ottobre 21, 2016 @ 02:02

Reply

Fleta

maggio 17, 2017 @ 02:52

Reply

That’s cleared my thoughts. Thanks for cogutibrtinn.

Lizabeth

ottobre 21, 2016 @ 09:32

Reply

Delores

ottobre 22, 2016 @ 13:24

Reply

Peggy

maggio 17, 2017 @ 03:28

Reply

I have been so beelrdwied in the past but now it all makes sense!

Mahalia

ottobre 24, 2016 @ 00:54

Reply

Nevaeh

maggio 17, 2017 @ 03:35

Reply

Cheers pal. I do apecaripte the writing.

Jeanette

maggio 17, 2017 @ 11:26

Reply

Thanks for cogriibuttnn. It’s helped me understand the issues.

Jeneva

giugno 1, 2017 @ 12:26

Reply

Jenelle

ottobre 24, 2016 @ 07:37

Reply

Charl

ottobre 24, 2016 @ 08:36

Reply

Sandy

maggio 17, 2017 @ 03:38

Reply

Never would have thunk I would find this so inedpsensabli.

Hippie

ottobre 24, 2016 @ 13:20

Reply

Jacey

maggio 17, 2017 @ 03:53

Reply

You’re a real deep thkienr. Thanks for sharing.

Sonny

ottobre 24, 2016 @ 18:02

Reply

Mickey

maggio 17, 2017 @ 03:03

Reply

A rolling stone is worth two in the bush, thanks to this artlice.

Janessa

ottobre 26, 2016 @ 00:15

Reply

Kaley

maggio 17, 2017 @ 03:24

Reply

Thanky Thanky for all this good innmooatirf!

Marylouise

ottobre 30, 2016 @ 05:50

Reply

Jorja

ottobre 30, 2016 @ 17:24

Reply

Liberty

maggio 17, 2017 @ 04:10

Reply

Gee whiz, and I thohugt this would be hard to find out.

Trixie

novembre 5, 2016 @ 17:24

Reply

Jerry

maggio 17, 2017 @ 03:25

Reply

I’m relaly into it, thanks for this great stuff!

Donte

novembre 6, 2016 @ 13:06

Reply

Hallie

maggio 17, 2017 @ 03:58

Reply

It’s always a pleasure to hear from someone with exsprtiee.

Beyonce

novembre 6, 2016 @ 13:50

Reply

Dotty

maggio 17, 2017 @ 04:02

Reply

I’m so glad I found my sotouiln online.

Christiana

febbraio 13, 2017 @ 18:43

Reply

Michele

marzo 4, 2012 @ 23:27

Reply

grandissimo!

redcaddi

marzo 5, 2012 @ 00:01

Reply

e che si fottano …. intanto il giochino si è rotto da tempo.
Per quanto mi riguarda sempre con il grande omi anche all’oblìo

helgast

marzo 5, 2012 @ 13:11

Reply

sei un grande (omi) franci! grandissimo!!!

Janay

ottobre 23, 2016 @ 03:37

Reply

Building flitibilexy with virtual assistants. Sometimes growing your company isn’t about adding staff. Remember, more full-time employees mean more overhead cost. Instead, growth should be about creating flexibility allowing you to keep costs low while expanding services where needed to accommodate clients and customers. Matt Mansfield takes us on a tour of the new temporary, virtual staffing solution that keeps costs low while meeting all customer needs on time. Matt About Business

paolobruno

marzo 5, 2012 @ 14:59

Reply

ciao mi imbatto in link al tuo sito ed a questo tuo epitaffio e mi viene da commentarlo
lo sai sono e sarò sempre un polemico e questo per due ragioni:
si può fare di meglio
non sono capace di accettare l’esistente senza ribellarmi
Venendo a te a al Grande Omi vorrei fare qualche osservazione
1 l’uomo ha nel suo istinto quello di opporsi all’oblio sin dalle epoche preistoriche ha costruito mausolei funebri per essere ricordato
2 pur amando la storia Battendomi per la memoria delle opere ed in particolare per quella degli artisti e della musica non-colta tutt’attorno a me Oggi che stò perdendo la memoria a volte ho dei dubbi
3 mi permetto di giustificare chicchessia abbia escluso Il Grande omi e il suo disco da ristampe e/o pubblicazioni digitali Seppur come ( un pò meno) gli autori di questa opera ho vissuto le emozioni e sensazioni che da essa sono state sprigionate è e resta per i più esclusivamente un prodotto a valore commerciale e come tale considerato infruttifero da chi dece cercare di fare tutta la selezione possibile nell’iperproduzione e nell’accumulodella musica di oggi
4 anche se capisco che buttare soldi per mantenere un iscrizione siae sia un lusso che non ci si può permettere vorrei ricordare ( come già detto da Palazzo) che così facendo si regalano i soldi alla siae ed aggiungere che la SIAE non si cambia con demagogici proclami contro il diritto d’autore ma cercando di estromettere la cricca di potere (di cui dalla era esponente di spicco e quindi non mi dispiaccio per la sua morte) e sopratutto cercando di riformare un diritto inevitabile nellla modernità ma che da noi è applicato con leggi e strumenti prerisorgimentali)
5 che a brescia sono in atto svariate iniziative per catalogare archiviare e censire la memoria storica di una ricchezza artistica musicale probabilmente unica e invito quindi tutti a informarsi collaborare e contribuire per costruire un quadro storiografico di riferimento il più completo possibile e non soffermarsi su se stessi
per informazioni su queste mi si può contattare come presidente dell’associazione BandSyndicate
6 come “boss” della microetichetta artigianale kandinsky records mi rendo anche disponibile a valutare i costi per ristampare il disco in questione offrendo fino ad un anticipo del 50% delle royalties
cordialmente pb

Franci Omi

marzo 5, 2012 @ 23:23

Reply

Ciao Paolo, grazie per il tuo parere.
Andando punto per punto:
1) vero, è esattamente la stessa cosa
2) anch’io non credo che la conservazione delle opere d’arte [o presunte tali] sia un valore in sè. Quello che voglio affermare è che dovrebbe essere riconosciuto ad un artista vivente di mantenere in circolazione la propria opera in forma gratuita, quando chi ne detiene i diritti agisce in modo da renderla completamente indisponibile
3) li giustifico anch’io, se la cosa si ferma al non avere reso disponibile il lavoro in vendita. Invece non giustificherò affatto eventuali tentativi di impedirmi di sottrarlo all’oblio senza che questo crei danno economico ad alcuno. Dal numero di rimpalli e condivisioni che ha avuto questo articolo, ho la piacevole sensazione che non sarei l’unico a considerare il fatto come un’ingiustizia macroscopica, e sono pronto a dargli il massimo della risonanza mediatica.
4) su cosa sia la SIAE la penso come te, ma non condivido le tue conclusioni. Credo che nei confronti della SIAE sarebbe ora di cominciare a disobbedire civilmente, escludendoli dalla propria prestazione professionale, quando possibile, in modo aperto e pubblico. E se necessario pagarne le conseguenze, rendendo così palese l’ingiustizia.
5) la storia dell’underground musicale bresciano è sicuramente un pezzo di cultura che mi auguro qualcuno si prenderà la briga di catalogare e censire, ma non mi interessa al punto di soffermarmici più che sulla esistenza in vita di quanto ho prodotto come musicista.
6) Mi fa piacere e ti ringrazio. Io non ho la minima intenzione di occuparmi mai più di cose del genere [se non per aprire l’eventuale busta con assegno], ma se qualcuno avesse in mente di farlo avrà da me stima ed ammirazione e lo metterò direttamente in contatto con te.
Con sempiterno affetto. Franci

Franci Omi

marzo 5, 2012 @ 23:26

Reply

Grazie sostenitori, sappiate che leggendo i vostri commenti sento in sottofondo “eye of the tiger” e mi immagino correre in tuta leopardata verso la vittoria! ;]

Grazie, davvero

Andrea Bellati

marzo 14, 2012 @ 16:35

Reply

Grande Omi. Ho ascoltato, ho apprezzato, ho piaciuto. Avanti così

Franci Omi

marzo 14, 2012 @ 22:24

Reply

Grazie Andrea, è un piacere sentirlo da te.

Paolo

marzo 18, 2012 @ 16:35

Reply

Pieno sostegno morale alla tua iniziativa.
In bocca al lupo per tutto il resto,
Paolo _ Malego

arcangelo

aprile 24, 2012 @ 21:52

Reply

Vi avevo apprezzato tanti anni fa e sono contento di avervi riascoltato oggi, dopo tanti anni. Anch’io faccio oggi una vita diversa da allora.
Per quanto riguarda la vostra battaglia di libertà contro l’oblio, condivido sia i toni, che i contenuti di quanto scritto.
Grazie della musica e buona fortuna!

Franci Omi

maggio 5, 2012 @ 10:11

Reply

Grazie, felice che tu ci abbia ritrovati.

Rita

maggio 20, 2016 @ 04:44

Reply

It’s always a pleasure to hear from someone with extripese.

Kamryn

maggio 20, 2016 @ 04:41

Reply

Your post has moved the debate fordraw. Thanks for sharing!

fabrizio

settembre 21, 2012 @ 14:00

Reply

Da alcuni anni faccio conoscere ad un collega, dischi che per me hanno avuto un significato. Quasi sempre si tratta di dischi incisi all’estero. L’unico disco italiano che gli ho passato sinora è Waters degli Uzeda. Adesso mi accingevo a passargli il secondo italiano e pensavo al disco de il grande omi che tanto mi piacque quando lo acquistai. Come sempre faccio, lo accompagno con qualche notizia sulla band e, sinceramente, non avevo molte notizie sul tal grande omi. Mi sono imbattuto su questo blog ed ho deciso di unire la mia testimonianza alle altre già presenti. Credo che il disco sia uno dei più belli che conosca di rock italiano, al pari del già citato Uzeda e di Hai paura del buio degli Afterhours. Pochi altri mi sono piaciuti così. Peccato in Italia sia così difficile dar sfogo alle proprie buone idee. Grazie comunque. ciao
Fabrizio

click here

giugno 26, 2016 @ 12:39

Reply

I’ve been through this!
click here http://elvinelol.com/forums/member.php?10764-JamesHudson

Hank

ottobre 22, 2016 @ 20:40

Reply

wat een mooi stukje. vindt je dat nog hier in nederland? heerlijk als je zo kunt leven. wie weet oodor…(i.tom, droom)wat een leuke stofjes voor je sprei.

Lotta

maggio 17, 2017 @ 03:15

Reply

And to think I was going to talk to somoene in person about this.

Radu

dicembre 24, 2012 @ 11:53

Reply

Ciao Francy.
Io con il grande omi ho girato tanto vi ho ascoltato ovunque e soprattutto ero all’Altaquota in quel pezzo di storia della musica italiana.Quello che mi avete regalato e gli attimi che ho sigillato nel mio cuore sono senza etichetta e senza diritti e me li porterò con me tutta la vita.Per quanto riguarda la situazione diritti e della Siae mi esprimerò solo con un “non ho parole” perchè in Italia ormai sono anni che le cose senza senso diventano legge e le cose normali diventano perseguibili.
Mio padre una volta mi disse : ” Quando i matti diventano il 50% + 1 il matto diventi tu !!”. Mio padre non c’è più ma la sua affermazione la capisco solo adesso e mi rendo conto che di futuro in Italia (e non solo musicale) ne vedo veramente poco.
Ti voglio bene
Radu

Steffi

maggio 20, 2016 @ 04:20

Reply

Kudos! What a neat way of thnkniig about it.

Stefano

febbraio 8, 2013 @ 16:29

Reply

Io il CD lo comprai a suo tempo e tuttora mi capita di riproporre “Neve” nel mio programma radiofonico. Grandissimo pezzo, davvero. Sono capitato su questa pagina sperando di trovare la band ancora attiva ma dovrò limitarmi a condividere il link. Comunque….«It’s Better to Burn Out Than to Fade Away» .
Grazie.

Ste

giugno 25, 2016 @ 23:22

Reply

Mi sono chiesto oggi dove foste finiti. L’ho fatto perché mia figlia che ha due anni, seduta in spalla, voleva che cantassi Veloce, che le avevo cantato credo due settimane fa andando a scuola. È una canzone bellissima.

LEAVE COMMENT

Tell us what you think